Lo svincolo che uccide!

Al momento opportuno ognuno si assumerà le proprie responsabilità.

Denuncia delle...

...ZONE DEGRADO PERMANENTE

a cura di Perugia:Social City

Sembra che alla politica comunale la sicurezza dei suoi amministrati poco importi!

E quando parlo di sicurezza la intendo in tutte le sue accezioni; da quella sociale che viene meno tenendo molti luoghi della città al massimo degrado dando, con ciò, una concreta mano agli irregolari e a tutti coloro che praticano atti criminali al di fuori della legge piuttosto che cercare la vera e corretta integrazione nella nostra collettività, di fornire posti sicuri per rifugiarsi e nascondersi alla vista delle Forze di Sicurezza, fino alle strade insicure che possono causare danni, anche gravi, alle persone.

La mancanza della segnaletica orizzontale, che "Perugia: Social City" denuncia in questo video, come è di fatto tra via Palermo e lo svincolo di Prepo della superstrada, segnaletica che garantisca una sicurezza relativa ai pedoni, deve essere considerata come una deficienza organizzativa che può causare seri problemi irreparabili, per i quali attribuire precise responsabilità.

Certe volte è necessario rivolgere lo sguardo verso se stessi per domandarsi se quello che sta succedendo è reale o, come diceva Gasperino 'l carbonaro, nel film Il Marchese del grillo, con Alberto Sordi; "Tanto la vita è tutta 'n sogno!".

Perché se la vediamo in quei termini tutto può andare bene ma se facciamo tanto di ritornare con i piedi per terra un attimo, dobbiamo dire che accadono certe cose incomprensibili e assurde.

Può sembrare eccessivo questo mio atteggiamento nei confronti di chi dovrebbe garantire quel minimo di sicurezza relativa nelle faccende della nostra vita quotidiana ma non è così perché ciò che viene a mancare, non per un fato di cui non abbiamo il controllo, ma solo per la incomprensibile noncuranza, superficialità ed irresponsabilità di quegli organi preposti a questi compiti, i quali, non facendo il proprio dovere, con quel criterio e coscienza sociale, della quale dovrebbero sempre sentirne il peso sopra le spalle, mettono, di fatto, a repentaglio la vita delle persone.

Come è mai possibile non rendersi conto a quale disgrazia la gente potrebbe andare incontro solamente per la irresponsabilità di coloro che non si rendono conto dell'importanza della sicurezza stradale?

Ma quali sono le priorità che questi organi politici-amministrativi tengono ai primi posti?

Non c'è proprio più nulla da dire! Bisogna solo pensarci al momento opportuno quando, per necessità elettiva, verranno da noi cittadini in ginocchio a chiederci il voto!

Giampiero Tamburi (Coordinatore Perugia: Social City)