Fontivegge: la nuova era tecnologica!

"La nuova era tecnologica del quartiere".

" SU FONTIVEGGE MI CI GIOCO LA FACCIA!"
Ma il posto fisso di Polizia no?!?!?!?

Forse le intenzioni erano buone ma, come si dice; "fare i conti senza l'oste" si rischia di restare in braghe di tela! E così, per Fontivegge, è accaduto!
Il 14 novembre 2014, il nostro sindaco Andrea Romizi, in una conferenza stampa, così dichiarava:
"Se non riusciremo a restituire sicurezza e vivibilità al quartiere di Fontivegge questa amministrazione avrà fallito uno dei suoi obiettivi principali. Sono pronto a giocarmici la faccia" e continua, "entro un anno i cittadini del quartiere vedranno i primi risultati in termini di vivibilità", "Non esistono le scorciatoie. Vogliamo risolvere problemi radicati e vogliamo farlo in maniera duratura per le prossime generazioni. I nostri saranno interventi strutturali e non certo degli spot". 
Ora, 03 agosto 2018, nulla è cambiato!
Dopo l'ennesimo tentativo (tutti andati a "buca") di "riappropriarsi" (come dice la politica) del disastrato quartiere, terra dallo spaccio e della malavita, un'altra trovata! L'estrosità inesauribile dei nostri politici/amministratori, pregna di idee, ha dato alla luce un'altra trovata, (che sicuramente non risolverà un bel nulla): vogliono far rinascere il quartiere con la tecnologia piazzando in loco impianti wi-fi e pannelli a led! 
Si potrebbe definire come "La nuova era tecnologica del quartiere"!
Benissimo! Il punto di accesso wi-fi è una cosa eccezionale!
Speriamo che agli spacciatori non serva come utilizzino per mettersi in contatto con i loro clienti per prendere le ordinazioni!
Ci facciamo sopra un poco di ironia ma, certo che ironia non è e ci sarebbe solo da piangere!
Dobbiamo sempre tenere presente e non scordarci mai di una cosa molto importante: l'insicurezza del quartiere di Fontivegge inizia dal portone e dall'atrio di Palazzo dei Priori.
Molte cose serie e concrete potevano essere fatte per dare veramente più vivibilità a quella zona ma sono state accantonate per dare spazio a ciò che ha nulla è servito; mercatini, feste e cose proposte e mai recepite dai cittadini (sgravio delle tasse comunali, agevolazioni per chi voleva aprire attività commerciali e chi più ne ha più ne metta)! Ma l'unica cosa vera a cui dovevano dare corso, soprattutto perché era il volere dei cittadini, residenti e non, che aveva espresso la loro netta volontà, impegnandosi con le loro 1500 firme, non è stata messa in atto. Il posto fisso di Polizia è stato e resta una chimera mentre poteva essere l'artefice di un significativo aumento della sicurezza.
Perugia 03 agosto '18