Il verde pubblico diventa...giallo!

                                                       clicca sull'immagine per il video

TEF CHANNEL

sul tema della sicurezza pubblica.

La trasmissione televisiva " UMBRIA OGGI" (Parchi, degrado e sicurezza: come intervenire) andata in onda su TEF Channel nella serata del 17 maggio scorso, condotta dal direttore di TC News Guido Nardi, ha affrontato il problema della sicurezza pubblica e dello stato, purtroppo estremo, di degrado del verde pubblico ed in particolare del parco Vallone Sant'Anna, oltre che del gravoso problema della ex sede della Telecom che insiste in via Jacopone da Todi. Grande complesso, venduto a suo tempo a privati il quale, da circa venti anni, in pratica da quando la Telecom non lo utilizza più, non ha ricevuto nessun tipo di manutenzione e di conseguenza a ciò, versando in precarie condizioni tanto dal punto di vista strutturale edilizio quanto dall'altrettanto aspetto sanitario per il semplice motivo che da quando è stato abbandonato non sono stai mai messi in atto bonifiche e derattizzazioni, si è reso di una pericolosità che si sarebbe potuta evitare solo con una adeguata manutenzione.
Pericolosissimo anche dal punto di vista sociale, per chi risiede nelle vicinanze, ed oserei dire addirittura per tutta la zona che va dalla rotonda della Pallotta financo alla zona di Fontivegge, in quanto, essendo l'ex sede, oggetto di continue violazioni da parte di soggetti extracomunitari, del tutto irregolari, dove la maggior parte di essi è dedita allo spaccio della droga, nel loro mercato, sono attivi in un territorio che si estende per tutta la zona sopra indicata, comprendendo anche il parco di Sant'Anna, oltre che gli altri spazi verdi che insistono in quella parte di Perugia; parco P. Aretino, parco S. Pellico, oltre che altri mini-spazi verdi senza un nome di riferimento.
Il problema di questo complesso che, per la sua vastità, prende circa 2/3 dell'intera via Jacopone da Todi con un enorme impatto ambientale di estremo degrado rendendo il decoro di quella via ormai inesistente, non può essere, in nessun modo, lasciato da parte ma, per rispetto alla città ed ai cittadini che vi abitano, risolto nel migliore e più rapidamente possibile anche in considerazione dell'impegno politico e sociale che il primo cittadino si è assunto personalmente, al momento del suo insediamento, di essere estremamente attivo nel contrasto al degrado ed alla lotta alla microcriminalità che purtroppo da tanto tempo sporca Perugia.
Perugia; Social City auspica che, quanto prima, il Sindaco, la Giunta ed il Consiglio comunale, ognuno secondo le proprie specifiche competenze, vogliano intervenire per portare alla normalità una situazione che dura da troppo tempo e che non è più, in nessun modo, tollerabile dai chi la subisce quotidianamente.
Ugualmente spero che simili importanti argomenti, come la questione della sicurezza e del degrado conseguente, dovute all'abbandono a se stessi di complessi edili, come ex sede della Telecom, nonché la gestione errata del verde pubblico, non vengano abbandonati dalla stampa e dalle televisioni locali perché quello che i cittadini hanno da dire, su questi fondamentali diritti al buon vivere, deve essere, in ogni momento, specchio per i nostri amministratori locali.
Giampiero Tamburi
(Coordinatore Perugia: Social City)